Rieducazione Vestibolare

Vertigini, disturbi dell’Equilibrio? Si curano anche con la Rieducazione Vestibolare

La Rieducazione vestibolare è una terapia che attraverso un programma di esercizi specifici, ha il fine di ristabilire una corretta collaborazione tra i vari sistemi che regolano l’equilibrio. Quindi, gli esercizi hanno l’obiettivo di  ripristinare una regolare interazione tra vista, movimenti della testa, movimenti del corpo nello spazio e variazioni posturali.

Cos’è La Vertigine?

Innanzitutto non si deve confondere la vera e propria vertigine con l’acrofobia (la paura delle grandi altezze). La vertigine è definita come una sensazione erronea di movimento ed alterazione del nostro senso spaziale. Questo disorientamento può essere oggettivo, quando si ha la sensazione di rotazione dell’ambiente circostante, oppure soggettivo, di rotazione del soggetto rispetto all’ambiente. E’ importante ricordare che non è una malattia, ma un sintomo di altre patologie.

Quando si interviene con la Rieducazione Vestibolare?

I problemi dell’equilibrio e le vertigini, causano nel paziente un forte senso d’instabilità e d’insicurezza riducendo l’autonomia e la qualità della vita. Nei giorni successivi al primo episodio che è più forte ed intenso, il corpo mette in atto un processo fisiologico di adattamento, detto compenso vestibolare. Questo processo porta ad un ripristino delle funzioni e le vertigini gradualmente scompaiono e lasciano il posto ad una sensazione di instabilità che rientrerà in pochi giorni. Non tutti però riescono, ecco quindi che è necessario rivolgersi ad uno specialista della rieducazione vestibolare.

A chi è rivolta la Rieducazione Vestibolare ?

A tutti i pazienti affetti da vertigini e disequilibrio sia per patologie labirintiche che per patologie del sistema nervoso centrale. In ogni caso per tutti i pazienti con diagnosi di Vertigine, deficit vestibolare periferico, vestibolopatia acuta.

Esistono cure o trattamenti alternativi?

Le vertigini e i disturbi dell’equilibrio possono essere trattati con farmaci che permettono di intervenire su alcune condizioni specifiche che causano la vertigine – ma in molti casi non sono sufficienti. In questi casi interviene il trattamento riabilitativo che permette di recuperare la funzione dell’equilibrio parzialmente compromessa. E’ importante rilevare che non porta alla guarigione di una patologia, ma bensì al ripristino della funzione dell’equilibrio.

È un trattamento rischioso ?

No, lo specialista procede gradualmente e valuta in ogni momento se e in che misura il paziente sia in grado di compiere gli esercizi di equilibrio dinamico proposti

Come si svolge una seduta di Rieducazione Vestibolare?

Nel corso della prima seduta viene valutazione generale del paziente e per determinare quali disturbi specifici manifesta, al paziente saranno poste delle semplici domande che permetteranno allo specialista di determinare il percorso specifico da seguire. In base ai dati raccolti, lo specialista creerà un programma di rieducazione dell’equilibrio personalizzato. Le diverse tecniche riabilitative comprendono esercizi per la ripresa di un buon controllo della visione durante i movimenti, per migliorare postura e cammino, per diminuire la sensazione d’instabilità durante i movimenti. Infatti, il sistema dell’equilibrio per riadattarsi deve riprendere ad essere utilizzato, proprio come accade con la riabilitazione di un arto tenuto fermo per lungo tempo a causa di un trauma. La rieducazione può essere effettuata a domicilio oppure essere seguita da un terapista presso il centro di fisioterapia, anche attraverso l’utilizzo di tecniche strumentali

Quali sono i sintomi per cui è bene fare una Rieducazione Vestibolare?

  • vertigini anche associate a nausea e vomito
  • perdita di equilibrio
  • sudorazione, offuscamento della vista, tachicardia
  • mal di testa
  • alterata percezione e formicolii degli arti
  • difficoltà a camminare o camminata atassica (barcollamenti simili a chi si trova in stato di ebbrezza).

A quale specialista rivolgersi per la diagnosi della Vertigine?

Generalmente la diagnosi viene fatta dal medico otorino o dallo specialista neurologo che prescrivono al paziente il trattamento riabilitativo necessario

Quali sono i disturbi che causano le vertigini?

Le cause della mancanza di equilibrio sono molteplici, ma le più importanti si dividono in tre gruppi
  1. Disturbi dell’orecchio interno ovvero dell’apparato vestibolare (cioè l’organo dell’equilibrio)
  2. Patologie neurologiche (come sclerosi multipla o morbo di Parkinson)
  3. Disturbi circolatori o deterioramento vascolare
Nel primo gruppo rientrano infezioni o infiammazioni, otiti, labirintiti, neurite vestibolare, sindrome di Ménière e, solitamente, in questi casi l’instabilità è associata a nausea, vomito, sudorazione, calo dell’udito. Nel secondo gruppo rientrano problematiche della colonna vertebrale, dell’apparato scheletrico come:
  • cervicalgie
  • disfunzioni mandibolari
  • alterazioni posturali
  • trauma cranico
  • lesioni neoplastiche del cervelletto
  • patologie dell’apparato scheletrico ( es. l’artrite).
E per ultimo, in percentuale molto minore disturbi della circolazione cerebrale o altre patologie neurologiche.

Prenota ora o chiedi maggiori informazioni

Puoi chiedere maggiori informazioni compilando il modulo qui di seguito.


Acconsento al trattamento dei dati