Osteopatia

osteopatia

Grazie ad una valutazione con analisi della postura e palpazione è possibile individuare gli eventuali disturbi su cui intervenire, utilizzando tecniche manuali in grado di correggere i disequilibri, ripristinando le condizioni fisiologiche del movimento e quindi della salute. I disturbi su cui l’osteopatia agisce interessano l’apparato neuro-muscolo-scheletrico, cranio-sacrale e viscerale. E’ un valido contributo e supporto nella cura di molte patologie come cervicalgie, sciatalgie, vertigini, ernie e protusioni, dolori a spalle, ginocchia e caviglie. Ottimo per il miglioramento della funzionalità viscerale come gastriti, stitichezza, emicranie, insonnia e stress. 

Da dicembre 2017 l’osteopatia è finalmente riconosciuta come professione sanitaria anche in Italia, come avviene da tempo in molte nazioni estere. 

Su cosa si basa l’Osteopatia?

L’Osteopatia si basa sul considerare l’essere umano come l’unità di corpo, mente e spirito. Ogni singola parte del corpo è in grado di interagire con l’insieme attraverso il movimento, cartina al tornasole della qualità della vita e della salute. Attraverso la sua valutazione (analisi della postura e palpazione) è possibile individuare gli eventuali disturbi su cui intervenire attraverso tecniche manuali in grado di correggere i disequilibri e ripristinare le condizioni fisiologiche del movimento e quindi della salute. Attraverso la manipolazione dei tessuti, un osteopata è in grado di innescare i processi di autoguarigione di cui è naturalmente dotato l’organismo.